Blog di una giovane insegnante con la passione per il proprio lavoro: la scuola.

Benvenuti in questo blog dove si parlerà di tutto quello che ruota attorno al mondo della scuola: DSA, cooperative learning, sostegno, rapporti tra genitori e insegnanti ecc.
Inserirò anche delle schede didattiche e risorse che ho creato (e soprattutto sto creando) per il mio lavoro quotidiano, in modo che possano essere utili anche a voi!

Se vi interessa sapere qualcosa di più sul perchè di questo blog e dei miei video sul canale youtube teachermaia cliccate qui.
Se volete suggerire temi, fare domande o parlare di qualsiasi cosa vi interessi, lasciate pure un commento sotto ai post o scrivetemi a maestramaia88@gmail.com!
Sono anche su:
Facebook
Twitter

Passatemi a trovare!


English version

domenica 15 novembre 2015

Attentato a Parigi... Attentato alla libertà


Lunedì 16 novembre. 
Maestri e professori rientrano in classe e si chiedono: come affronterò l’argomento? Come potrò raccontare di tanta crudeltà a quelli che, nonostante l’età anagrafica, restano comunque dei bambini agli occhi del mondo?

Non è facile, ma la strada giusta non è di certo far finta di nulla. Questa è la vita e la scuola insegna a vivere.
Non sarà facile per il professore parlare di tanta violenza al ragazzo di sedici anni, e non sarà facile per chi, come la sottoscritta, dovrà entrare in classe e parlare, insieme alle colleghe, a bambini di otto anni.

Che cosa dire? In che modo possiamo parlarne senza esagerare, e soprattutto senza ridurre eccessivamente?
Non sarà facile, ma ci proveremo, parlando di violenza, ma parlando anche di libertà. Parleremo di odio, ma soprattutto dell’amore che lega le persone oltre i confini, oltre i mari, oltre le religioni, uniti tutti in sostegno di una bandiera sofferente.
L’idea sarà quella, seguendo chi già l’ha messa in pratica nei luoghi dell’accaduto, di cantare Imagine di John Lennon, soffermandoci sui concetti di libertà, di pace e di amore, e non sull’odio e la violenza.
Dobbiamo ricordarci dell’amore soprattutto in questi momenti, combattendo l’odio e la paura del diverso che la sofferenza inevitabilmente crea dentro di noi.
Spieghiamo cos’è la libertà, perché migliaia di persone hanno combattuto per essa e, soprattutto, ancora stanno combattendo.

Dopotutto:

Le fiabe non insegnano ai bambini che i draghi esistono, loro lo sanno già che esistono.
Le fiabe insegnano ai bambini che i draghi si possono sconfiggere.

G.K. Chesterton


Teacher Maia

Nessun commento:

Posta un commento