Blog di una giovane insegnante con la passione per il proprio lavoro: la scuola.

Benvenuti in questo blog dove si parlerà di tutto quello che ruota attorno al mondo della scuola: DSA, cooperative learning, sostegno, rapporti tra genitori e insegnanti ecc.
Inserirò anche delle schede didattiche e risorse che ho creato (e soprattutto sto creando) per il mio lavoro quotidiano, in modo che possano essere utili anche a voi!

Se vi interessa sapere qualcosa di più sul perchè di questo blog e dei miei video sul canale youtube teachermaia cliccate qui.
Se volete suggerire temi, fare domande o parlare di qualsiasi cosa vi interessi, lasciate pure un commento sotto ai post o scrivetemi a maestramaia88@gmail.com!
Sono anche su:
Facebook
Twitter

Passatemi a trovare!


English version

domenica 1 settembre 2013

QUESTIONARIO PER ALUNNI E DOCENTI

Ciao a tutti!

Fin dall'Università ho sempre svolto piccoli questionari, sia nella scuola come lavoro, che all'Università durante le lezioni, su:

-Il docente è sempre presente alle lezioni?
-Le strutture della scuola sono adeguate?
-il dirigente è reperibile e disponibile per dare informazioni?
-la comunicazione scuola-famiglia è adeguata...

e via dicendo

CONOSCETE se, per caso, questa metodologia, a mio avviso valida,
(anche se in alcuni contesti
LASCIA IL TEMPO CHE TROVA
perchè non viene adeguatamente analizzata nei suoi risultati),
è STATA O VIENE UTILIZZATA nella suola PRIMARIA con gli stessi alunni?

  1. Qual è stata la lezione più divertente che ti ricordi.
  2. Qual è stata la lezione più noiosa che ti ricordi.
  3. Preferisci la scuola la mattina o al pomeriggio?
  4. Cambieresti  le tue maestre?
Questo è solo quello che mi è venuto in mente in questo momento...
COSA NE PENSATE?
Beh, ovviamente, considerando che nella scuola NECESSITà e RICHIESTE degli utenti NON COINCIDONO QUASI MAI, i risultati andrebbero presi con le pinze
((((a me piace tanto giocare nel dopo mensa
vorrei che la scuola fosse sempre così)))))
però, forse, potrebbe aiutarci ad autovalutare noi stessi e la qualità dell'insegnamento che forniamo;
forse, in qualche modo ingegnoso, potremmo davvero aumentare il gioco nelle lezioni- anche se ci sembra impossibile-, incrementando quindi anche l'interesse dei nostri NANETTI :-)

(((((Non ricordo una lezione divertente,
non me ne piace nessuna.
Però mi diverto quando c'è la maestra Pinco Pallina.))))

E perchè no,
magari anche il contrario:
un questionario per i DOCENTI sugli ALUNNI.
Cosa ne penserebbero i bambini di sapere cosa 
PIACE o NON PIACE alla mestra di loro? 

3 commenti:

  1. Ciao Maia,
    come vedi anch'io sono venuta a spulciare il tuo blog. Anch'io come te durante il corso di laurea ho svolto diversi questionari sia durante gli anni di tirocinio sia durante i vari corsi e sono MOLTO utili i questionari di AUTOVALUTAZIONE dei docenti sulla scuola e sulla didattica ma per quanto riguarda questa modalità sulla valutazione della didattica da parte degli alunni farei MOLTA ATTENZIONE alla "somministrazione di test" con simili domande. Inoltre i questionari devono essere "convalidati" dal Dirigente Scolastico o dalla Psicopedagogista e le domande non devono essere troppo personali (Cosa ti piace e cosa no, cosa è noioso e chi ha tenuto la lezione più noiosa...) Queste domande in realtà potrebbero fare molto male sia ai bambini, sia ai genitori sia a noi insegnanti. All'interno del team sapere che i bambini "preferiscono" Tizia a Caio non è positivo e vedere che la lezione di Alfa è meglio di Beta non sempre è ottimo soprattutto se poi c'è un Omega che non viene mai considerata. I questionari sarebbe meglio inoltre che fossero anonimi e che valutino gli strumenti più che la lezione. Inoltre sarebbero più opportune domande con risposte a scelta multipla, anche per poter tabulare le risposte! CREDIMI le intenzioni sono OTTIME ma fare QUESTIONARI è veramente difficile nella scuola primaria ed inoltre potrebbe creare non pochi problemi!

    RispondiElimina
  2. Grazie per la risposta!
    Hai perfettamente ragione e valutando tutti questi fattori deve essere davvero difficile creare un buon questionario. Sicuramente nella mia idea c'era il questionario anonimo e lontano dal "quale maestra preferisci".
    Chissà se in quelche scuola è mai stato fatto?
    vediamo di riassumere:
    -anonimo;
    -lontano dall'aspetto personale/affettivo del rapporto alunno-docente;
    -evitare di portare a risposte di preferenza tra docenti (con le risp. a scelta multipla ci si potrebbe riuscire);
    -indagare sugli strumenti utilizzati durante la lezione più che il gradimento generale della lezione.
    A presto e grazie per essere passata di qua!!

    RispondiElimina
  3. Teacher Maia, un vulcano di idee!
    Ba

    RispondiElimina